"LE CICATRICI DELLA CITTÀ" – Workshop di Drammaturgia di comunità - II BIENNALE DI TEATRO SOCIALE

Teatro Coppola - "LE CICATRICI DELLA CITTÀ" – Workshop di Drammaturgia di comunità - I...

Teatro Coppola
domenica 29.12.2019
Di 9:30 Fino 12:30
Teatro Coppola
ITCatania9 Via del Vecchio Bastione95131
Mostra sulla mappa
0 Partecipante
Workshop "Le cicatrici della città" – Drammaturgia di comunità condotto da Mariagiovanna Italia e Luisa Sannella di Officina SocialMeccanica
La Drammaturgia di Comunità è una modalità attraverso la quale il Teatro Sociale interviene nel più ampio contesto comunitario. Le comunità, come gli individui e i gruppi, hanno bisogno di narrazione, in caso contrario non avrebbero né storia né identità. La drammaturgia di comunità si pone l'obiettivo di lavorare sui narrativi collettivi, facendo esperienza della pluralità come risorsa creativa e sociale. La produzione scenica generata da un processo drammaturgico di comunità usa tanti linguaggi, soprattutto la narrazione: i soggetti coinvolti nel processo teatrale sono allo stesso tempo gli autori delle forme e dei contenuti artistici e danno voce alla comunità. Durante il laboratorio verranno introdotte alcune categorie utili a costruire un percorso di drammaturgia di comunità e verranno sperimentate alcune attività teatrali e drammaturgiche intorno al tema della sofferenza urbana.
Si raccomanda abbigliamento comodo, caldo e calzettoni (si lavorerà senza scarpe)-
È prevista una quota di partecipazione popolare


Officina SocialMeccanica opera per creare, attraverso la metodologia del Teatro Sociale, azioni socio-culturali che sostengano la costruzione di relazioni umane e la valorizzazione delle risorse creative di individui, gruppi e comunità, (con le istituzioni e le realtà territoriali di piccola scala, come scuole, ospedali, carceri, quartieri), che in tal modo siano facilitati nell’incontrare i loro bisogni, e nel migliorare e superare situazioni di malessere. L'associazione è composta da tre operatrici di Teatro Sociale: Mariagiovanna Italia, Luisa Sannella e Maria Chiara Salemi, le quali provengono da formazione di base diversa, ovvero letteratura, sociologia e scenografia, un insieme di conoscenze e attitudini che riversano nel comune operare con il Teatro Sociale, ‘arsenale’ di metodologie e tecniche teatrali su cui si sono formate attraverso corsi di alta formazione in Teatro Sociale e Teatro dell'Oppresso, seminari e workshop formativi di regia teatrale, lavoro sull'attore, lavoro sul corpo e sulla voce, drammaturgia di comunità, gestione dei gruppi e ricerca-intervento in ambito psico-sociale. L'obiettivo dell’associazione è sviluppare la qualità delle azioni e delle relazioni sociali per mezzo della teatralità e di strumenti creativi ed est-etici. A tal fine, Officina Socialmeccanica si occupa di progettazione, conduzione, creazione performativa e valutazione di interventi di Teatro Sociale, in Italia e anche all'estero, in situazioni problematiche o come prevenzione del disagio. Realizza laboratori, performance, azioni teatrali partecipate, animazioni, eventi rituali e festivi che abbiano l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini o fasce specifiche di popolazione ai temi sociali, educativi e politici. Organizza e gestisce corsi di formazione relativamente alla metodologia del Teatro Sociale, ai suoi strumenti tecnici, e alle aree culturali connesse. Lavora con diversi gruppi e in diversi contesti, come associazioni, circoli politici, centri di aggregazione, scuole, carceri, e quartieri, e su varie tematiche, come la maternità e la genitorialità, l'adultità, il disagio giovanile e la dispersione scolastica, l’inclusione sociale e interculturale, la diversa abilità, la cittadinanza attiva e l’educazione alla legalità democratica, l'identità e le relazioni di genere, la rigenerazione urbana.
Pop Title
Pop TextPop Button1Pop Button2

Mostra un po ' di amore .

Dacci piace !

Grazie .

Come ogni vogliono help molto.

Grazie .